Il colloquio di lavoro


Il colloquio di lavoro è la porta d'ingresso che permette ad un candidato di acquisire lo status di "lavoratore".
E' però a tutti gli effetti un esame al quale bisogna andare preparati.

Spesse volte ci si ritrova a sostenere un colloquio di lavoro senza la dovuta preparazione, con il risultato di non riuscire ad esprimere in maniera chiara e convincente se stessi e ciò che si fatto in precedenza.

Non esistono regole fisse ma possono esserci delle indicazioni di massima che è bene seguire per superare brillantemente la prova più difficile:

  • L'abito fa il monaco
  • Ricordati di curare l'aspetto.
  • Non occorre presentarsi con un abbigliamento eccessivamente formale ma con abiti che pur facendoti sentire a tuo agio diano di te un'immagine curata e professionale.
  • Chi ha tempo non aspetti tempo
  • La puntualità è un fattore decisivo. Se hai la possibilità organizzati.
  • Fai un sopralluogo il giorno prima, cerca la mappa su internet o parti con largo anticipo, ma è sempre bene arrivare con qualche minuto di anticipo.
  • Preparati
  • Porta con te un curriculum aggiornato; cerca informazioni il più dettagliate possibili sull'azienda e sulla posizione aperta.
  • Pensa al perché vorresti ricoprire quell'incarico e alle caratteristiche che fanno di te la persona giusta.

  • Presentati
  • Una stretta di mano decisa e uno sguardo diretto all'interlocutore sono sempre positivi.
    Cerca di offrire un immagine di te serena e cordiale.
  • Cerca di raccontarti senza dilungarti troppo e concentrando l'attenzione sui tuoi punti di forza.
    Rispondi in maniera chiara e pertinente alle domande che ti vengono fatte, senza sviare il discorso…un selezionatore attento ci farà caso.
  • Cura la mimica e la gestualità, spegni il cellulare e non giocherellare con gli oggetti.
  • Tieni sotto controllo la timidezza e l'agitazione cercando di offrire un'immagine di te sicura.

  • Domande finali
  • E' opportuno solo a conclusione del colloquio fare domande più specifiche circa il ruolo, le prospettive lavorative, le fasi successive del processo di selezione.
  • Mai chiedere in fase iniziale domande circa guadagno e ferie, o mostrarsi eccessivamente spavaldi e saccenti.


In conclusione il colloquio per chi è alla ricerca della prima occupazione si basa principalmente sull'aspetto personale, sulla motivazione e sull'entusiasmo.
Occorre quindi prepararsi facendo un lavoro di analisi di quelle che sono le inclinazioni, le aspirazioni e le motivazioni che ti spingono a candidarti a quella specifica offerta di lavoro o azienda.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy